Stampa azionista veneta

Prima fase: ricognizione di materiale riguardante i Trentin, il giellismo e l‘azionismo a Venezia e nel Veneto, nei fondi bibliografici della Fondazione Querini Stampalia di Venezia

Grazie agli accordi di collaborazione stabiliti con la Direttrice della Fondazione Querini Stampalia, Dott.ssa Marigusta Lazzari, il Centro documentazione e ricerca Trentin ha avviato nel 2014 un progetto di ricognizione di materiale riguardante i Trentin, il giellismo e l‘azionismo a Venezia e nel Veneto, nei fondi bibliografici (volumi, periodici, opuscoli, ecc.) e negli archivi (materiali di convegni con registrazione degli interventi) della Fondazione.
Il progetto è stato affidato alla Dott.ssa Silvia Tortato, conservatrice Beni Culturali, collaboratrice del Centro Trentin e dell’Iveser.

La prima parte del progetto ha consistito in:

  1. spoglio integrale di “Giustizia e Libertà. Settimanale veneto del Partito d‘Azione” (Ed. Venezia), a. III, n.1 (3 giugno 1945) - a. IV, n. 3 (20 gennaio 1946);
  2. spoglio integrale de “Il Nuovo Lunedì. Giustizia e Libertà. Settimanale veneto del Partito d‘Azione” (Ed. Padova), a. I, n. 1 (28 gennaio 1946) - a. I, n. 6 (2 marzo 1946);
  3. compilazione di un indice generale degli articoli pubblicati sui due periodici;
  4. spoglio del periodico “Giovani” organo dei giovani del PdA (Ed. Roma), a I, n. 1 (1 marzo 1944), poi “Giustizia e Libertà. Organo della Federazione giovanile del Partito d‘Azione” (Suppl. del lunedì de “L‘Italia libera”) (Ed.Roma), a. I, n. 1 (31 luglio 1944) - a. II, n. 32 (15 ottobre 1945), con ricognizione di articoli di esponenti veneti e in particolare di Giorgio e Bruno Trentin (“Leone”);
  5. riproduzione fotografica degli articoli riguardanti Silvio, Beppa, Giorgio, Bruno Trentin nei periodici succitati;
  6. digitalizzazione completa di “Giustizia e Libertà. Settimanale veneto del Partito d‘Azione” (Ed. Venezia) e di “Il Nuovo Lunedì. Giustizia e Libertà. Settimanale veneto del Partito d‘Azione” (Ed. Venezia). 
Il lavoro di ricognizione e catalogazione si è concluso nel novembre 2014 con una giornata di studio organizzata congiuntamente dalla Fondazione Querini Stampalia e dal Centro Trentin.
Una scheda del periodico “Giustizia e libertà” è consultabile in Un secolo di carta. Repertorio analitico della stampa periodica veneziana (1866-1969), promosso e realizzato dall’Iveser
 

Seconda fase: censimento e digitalizzazione della stampa azionista veneta

Il progetto - affidato allo storico Giovanni Sbordone - si presenta come la naturale continuazione di quello avviato nel 2014 e prevede:

  1. censimento dei materiali a stampa – periodici, volantini, opuscoli – prodotti dal Partito d’Azione, a Venezia e nel Veneto, sia nel periodo clandestino che nel dopoguerra, fino allo scioglimento del partito stesso (1943-1947);
  2. digitalizzazione del materiale rinvenuto, secondo precise gerarchie di rilevanza;
  3. riversamento, catalogazione e pubblicazione online dei documenti digitali prodotti.
La ricerca ha preso avvio dai materiali conservati nei fondi dell’Iveser e della Fondazione Querini, per poi estendersi ad altri istituti di conservazione veneti e nazionali.
Il progetto si avvale del contributo finanziario di Fondazione Unipolis.