19Marzo2019

Roma, Archivio Camera dei Deputati, fondo Alessio

Giulio Alessio (1853-1940), padovano, professore universitario, è un politico radical-democratico, deputato e ministro, insieme a Silvio Trentin aderisce all'Unione nazionale di Giovanni Amendola; arrestato dal fascismo nell'aprile del '28, nel '34 è tra i pochi accademici dei Lincei a non prestare giuramento al regime (vedi la voce del Dizionario Biografico Treccani)

- lettera di Silvio Trentin a Gilulio Alessio, 27 gennaio 1924
- lettera di Roberto Montessori a Giulio Alessio, 18 dicembre 1924
- lettera di Silvio Trentin a Giulio Alessio, 16 gennaio 1926 (fronte, retro)
- lettera di Silvio Trentin a Giulio Alessio, 23 ottobre 1926
In fasc. "Silvio Trentin", fondo "Giulio Alessio", b. 399, "Istituto per la storia del Movimento liberale", presso l'"Archivio storico della Camera dei deputati", che si ringrazia per aver concesso l'autorizzazione alla pubblicazione.

Ricerca realizzata a cura di Carlo Verri nell'ambito del progetto sostenuto con il contributo della Fondazione Unipolis