23Novembre2017

Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea della Marca Trevigiana (ISTRESCO) - Treviso

Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea della Marca trevigiana ISTRESCO

via S. Ambrogio di Fiera, 60 - 31100 Treviso Telefono/fax: 0422 410928 E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.istresco.org
Presidente Ernesto Brunetta Direttore Amerigo Manesso Condirettore Alessandro Casellato

L'Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea della Marca trevigiana nasce nel 1992 grazie all'incontro tra alcuni ex-partigiani e un gruppo di storici; i suoi obiettivi sono promuovere lo studio della Resistenza e dell'antifascismo all'interno della storia dell'Italia contemporanea, con particolare attenzione alla realtà locale, far conoscere e tramandare i principi etici e i valori civili della lotta partigiana e degli ordinamenti democratici nati da quell'esperienza. Da questi presupposti nasce l'attenzione particolare con cui l'istituto ha cominciato a indagare il prima e il dopo della Resistenza, ovvero l'intero arco della storia contemporanea otto e novecentesca. I principali ambiti di operatività dell'istituto sono quelli dei servizi all'utenza (archivio e biblioteca, che conta oramai più di 9000 titoli di storia contemporanea), della ricerca storiografica, della divulgazione storica e della didattica. Un'attività caratterizzante la vita dell'Istresco è la sua produzione editoriale: il catalogo, che supera i 130 titoli, distinti in varie collane, comprende volumi dedicati ai temi più tradizionali relativi alla Resistenza in Veneto, alla storia e alla memoria della seconda guerra mondiale, alla persecuzione degli ebrei e delle minoranze, al pensiero politico e all'eredità culturale di figure significative del nostro territorio; ma anche alla Grande Guerra, alla storia del lavoro e del sindacato, alle culture locali e alla globalizzazione, alle migrazioni e alla multiculturalità, alle scritture popolari.