19Dicembre2018

Regolamento

Regolamento del Centro documentazione e ricerca
Silvio, Beppa, Giorgio, Franca, Bruno Trentin

Art. 1 – Costituzione del Centro documentazione e ricerca Trentin

a) È costituito il Centro documentazione e ricerca Silvio, Beppa, Giorgio, Franca, Bruno Trentin (d'ora in avanti indicato come Centro), promotore del Centro è l'Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea (d'ora in avanti indicato come Iveser). Le attività sono regolate dai seguenti articoli, da ritenersi nella loro interezza quali regolamento del Centro.

b) Sono soci fondatori del Centro: le associazioni e gli enti possessori di fondi documentari Trentin (Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea (IVESER), Associazione per la storia e la memoria delle donne in Veneto "rEsistenze", Centro Studi Gobetti di Torino, Centro Studi Silvio Trentin di Jesolo, Fondazione Giuseppe Di Vittorio, Istituto storico della Resistenza in Toscana) e inoltre: Associazione Nazionale Partigiani d'Italia (ANPI) provinciale di Treviso, Associazione Nazionale Partigiani d'Italia (ANPI) provinciale di Venezia, Associazione Nazionale Partigiani d'Italia (ANPI) di San Donà, Associazione Nazionale Perseguitati politici (ANPPIA) Federazione Veneziana, Associazione Bruno Trentin, Associazione Giustizia e libertà-FIAP Venezia e Veneto, IRES Veneto, Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea della Marca Trevigiana (ISTRESCO) , Istituto piemontese per la storia della Resisetnza e della società contemporanea "Giorgio Agosti"(ISTORETO), Istituto Veneto per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea (IVSR).

c) Possono aderire al Centro le associazioni, gli enti e gli istituti che riconoscano e condividano le finalità costitutive (art. 2 regolamento) e paghino la quota di adesione; la richiesta di adesione deve essere indirizzata al Comitato di gestione che congiuntamente con il Consiglio direttivo dell'Iveser valuterà in merito.

d) Sono amici del centro coloro che lo sostengono con sottoscrizioni e donazioni.

Art. 2 – Finalità

Scopo del Centro è:

A – promuovere e valorizzare la storia e le figure di Silvio Trentin, Giuseppina Nardari Trentin e dei figli Giorgio, Francesca (Franca) e Bruno;

B – raccogliere e valorizzare documenti che li riguardano costituendo uno specifico archivio;

C – promuovere e realizzare progetti di studio, seminari, convegni e pubblicazioni che ne ricostruiscano la storia, i valori, le reti di relazione;

D – coordinare, censire e mettere in rete, con gli altri enti fondatori, documentazione, archivi, studi, ecc.

Art. 3 – Organi

Sono organi del Centro:

• Il Comitato di gestione.

Il Comitato di gestione si compone di un membro nominato dal Consiglio direttivo dell'Iveser, di un rappresentante per ogni associazione o ente co-fondatore del Centro e di un rappresentante della famiglia Trentin. Al Comitato di gestione, in accordo con l'Iveser, spetta la nomina di una segreteria organizzativa per l'organizzazione e il funzionamento del Centro. Il Comitato di gestione si impegna inoltre a realizzare un incontro pubblico all'anno che preveda il coinvolgimento di tutti i soci fondatori e degli Amici del centro.

• La Segreteria organizzativa.

La Segreteria organizzativa si compone di 5 membri nominati dal Comitato di gestione, uno dei quali è il responsabile del Centro

• Responsabile del Centro.

Il Comitato di gestione nomina un Responsabile del Centro, al quale affidare il coordinamento e il controllo delle attività svolte dal Centro e dalla Segreteria organizzativa. Il Responsabile dovrà informare periodicamente il Comitato di gestione e il Consiglio direttivo dell'Iveser sulle attività in corso.

• Il Comitato scientifico.

Il Comitato di gestione, di concerto con il responsabile del Centro, nomina un
Comitato scientifico formato da studiosi e studiose, che dovrà elaborare le linee di sviluppo e di attività scientifica, in armonia con le finalità costitutive (art. 2 regolamento) e le linee di indirizzo predisposte dal Comitato di gestione del Centro.
Il Comitato di gestione, il Comitato scientifico, la Segreteria organizzativa e il responsabile del Centro hanno le stesse scadenze del mandato del Consiglio direttivo dell'Iveser. Alla scadenza di questi organi, le associazioni, gli istituti e gli enti che costituiscono il Centro nomineranno nuovamente i propri rappresentanti il Comitato di gestione che provvederà alla nomina della Segreteria organizzativa e del responsabile del Centro.

Art. 4 - Sede e funzionamento

Il Centro è parte integrante dell'Iveser e ha sede a Venezia presso la Casa della Memoria e della Storia del Novecento veneziano (Villa Hériot).

Per l'attività e il funzionamento del Centro, e la conservazione della documentazione, l'Iveser si impegna a mettere a disposizione adeguati spazi, attrezzature e risorse strumentali.

Art. 5 – Finanziamenti e risorse

L'Iveser e le altre associazioni aderenti al Centro contribuiscono alle spese ordinarie di funzionamento del Centro con una quota annuale, il cui importo sarà stabilito dal Comitato di gestione.

L'Iveser e le altre associazioni aderenti al Centro mettono a disposizione, laddove possibile, ulteriori risorse per la realizzazione e lo sviluppo delle attività scientifiche e di ricerca.

Il responsabile del Centro può promuovere, assieme al direttore dell'Iveser, richieste di finanziamento e di sponsorizzazione per lo svolgimento e realizzazione delle attività.

Le quote annuali insieme alle eventuali ulteriori risorse, agli eventuali finanziamenti e sponsorizzazioni e alle sottoscrizioni degli amici del centro costituiranno una specifica voce nel bilancio dell'Iveser e saranno comunicate al Comitato di gestione.

Art. 6 – Patrimonio documentario

I materiali archivistici originali e librari, attrezzature, arredi, strumenti acquistati o donati al Centro sono di proprietà dell'Iveser, salvo indicazioni particolari. Gli enti possessori di cui sopra di documentazione della famiglia Trentin conservano la proprietà dei fondi e si impegnano a fornire copia cartacea e/o digitale.

Le modalità di accesso e di consultazione della documentazione, del materiale archivistico e librario conservato presso il Centro saranno disciplinate con apposito regolamento.

Art. 7 - Pubblicità

In occasione di manifestazioni pubbliche, pubblicazioni cartacee o digitali il nome del Centro dovrà sempre essere associato al nome dell'Iveser.