24Novembre2020

Iginio Ariemma, un anno dopo

IginioAriemma5Un anno fa, il 16 novembre 2019, è mancato Iginio Ariemma. Già allora il Centro Trentin di Venezia gli aveva dedicato un ricordo (leggi), rievocandone il profilo intellettuale e politico – di uomo del sindacato e della sinistra – ma anche il ruolo di studioso e di pilastro del rilancio delle ricerche trentiniane. Con lui, e con il suo reiterato impegno, vogliamo ritrovarci anche oggi, per ribadire l’importanza di un’ispirazione e di una militanza che costituisce ancora un esempio e che non finisce di interrogarci e di traguardare nuove esplorazioni.

È in corso di pubblicazione, infatti, per Firenze University Press, la riedizione critica, curata da Sante Cruciani, de La Libertà viene prima, di Bruno Trentin, con una prefazione di Iginio Ariemma, La vittoria della libertà, e una postfazione di Giovanni Mari, Il socialismo come liberazione della persona. Questa prefazione è l’ultimo scritto prodotto da Iginio, terminato pochi giorni prima della sua scomparsa; un testo che, grazie al consenso del curatore e dell’editore, abbiamo il piacere di proporre qui in anteprima, assieme all’indice del volume: leggi l'indice e la prefazione.

Al pensiero di Bruno e al suo itinerario di approfondimento Iginio ha dedicato tutti i suoi sforzi, contribuendo in modo decisivo alla dimostrazione dell’attualità perdurante di quella lezione e, con essa, di tutto il grande patrimonio che i Trentin hanno saputo coltivare e proporre a questo Paese. È un patrimonio fatto di azione e di scelte, ripetute, e anche di meditazioni ed elaborazioni teoriche, frutto della consapevolezza che la libertà si conquista certo sul campo, eppure richiede adeguamenti sociali e istituzionali aggiornati e proporzionati alle trasformazioni del tempo presente. Affinché la sua non sia soltanto una bandiera o una promessa futura, ma un’operazione continuativa, da costruire e ri-costruire assieme. Questo è anche l’insegnamento che proprio dalle parole di Iginio possiamo nuovamente raccogliere.

Fulvio Cortese